Blog: http://LiberaliPerIsraele.ilcannocchiale.it

Buon Compleanno Bar Am kibbutz!

 

Bar Am kibbutz: 60 anni portati magnificamente. Immagini ed impressioni.
 

A Bar Am kibbutz si arriva (almeno a me è capitato questo) dopo aver costeggiata la frontiera col Libano dove i blindati dell'Unifil 2... sembrano, curiosamente, fare la guardia agli israeliani piuttosto che occuparsi di quanto Hezbollah sta facendo in materia di nuove postazioni e nuovi armamenti... ma tant'è forse le regole d'ingaggio sono quelle...

CIMG1590 da te.

Poco sopra l'ingresso del kibbutz, visto l'atteggiamento Onu, c'è fortunatamente una postazione israeliana che, quanto meno, serve a dare un po' di sicurezza a chi deve vivere a poche decine di metri da un confine che, non è il caso di dimenticarlo, è presidiato in questa sua parte meridionale da nemici di Israele. Quegli stessi che in cambio del sanguinario assassino Kuntar e di altri prigionieri... hanno saputo restituire unicamente i resti di Ehud Goldwasser e di Eldad Regev nel luglio dello scorso anno.

CIMG1600 da te.

Poi, varcato il cancello necessariamente vigilato, si entra in una vera e propria oasi di pace e di attività. Dove Ariela e i suoi compagni kibbutznik continuano, anno dopo anno, a testimoniare non solo il legame con una terra conquistata con un lavoro durissimo. Anche se il verde, gli alberi e i fiori numerosissimi, che non fanno certo pensare che il terreno sotto di loro sia roccia consistente.

CIMG1604 da te.

E questo lavoro, che coinvolge come già è stato detto, non solo gli ebrei della regione, ma anche tanti altri lavoratori arabi, circassi, ecc. non si limita al solo lavoro agricolo, pure importante, perchè proprio da gente del kibbutz è nata la "Elcam Medical"  che è presente all'interno dell'area del kibbutz, ma anche al suo esterno data la necessità di poter contare su più ampi spazi.

Si cammina tra i viali e si incontrano opere d'arte moderna e quei coloratissimi e tanto espressivi mosaici frutto delle mani dei kibbutznik...

CIMG1603 da te.

CIMG1602 da te.

CIMG1608 da te.

CIMG1609 da te.

CIMG1610 da te.

Sembrano testimoniare una volontà di continuare una lavoro iniziato il 16 Giugno del 1949 e che non si ha nessuna intenzione di abbandonare, sia pure mentre si adeguano le sue realtà a quelle di un modo dove i processi economici (e sociali) non sono più quelli delle origini.

Sessant'anni... molti o pochi, dipende da come li si voglia considerare. Stando con quelle persone, sentendole parlare, si ha la consapevolezza che in loro c'è quella "giovinezza" dello spirito che tutti noi abbiamo imparato a conoscere dagli scritti di Ariela e che, lo si voglia o no, di fatto prescinde da criteri anagrafici.

Al termine della visita -che si regala anche un saluto a quella splendida piccolina che è Lianne- incontriamo altri bambini impegnati quasi fossero "sbandieratori". Tutti loro ("figli del popolo", parafrasando il nome del kibbutz) ci fanno sperare che quella vera e propria "avventura" che è stata e che continua ad essere Bar Am kibbutz, abbia un futuro certo nonostante tutto. E la loro presenza ci sembra davvero un augurio di continuità che non si può non condividere.

CIMG1615 da te.

CIMG1616 da te.

... allora non resta che augurareBuon Compleanno Bar Am kibbutz!

Foto: Piero P.

Pubblicato il 11/5/2009 alle 12.0 nella rubrica Kibbutz.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web