Blog: http://LiberaliPerIsraele.ilcannocchiale.it

Compra una macchina fotografica e ci trova dati segreti su Al Qaeda

 

Il quartier generale dei servizi segreti britannici a Londra
Un agente dei servizi se ci trova dati segreti su Al Qaedaegreti britannici ha venduto il suo apparecchio ma non ha cancellato le notizie sensibili
Dopo che una spia del servizio segreto di Sua Maestà britannica aveva lasciato su un treno di pendolari un fascicolo con valutazioni sulla minaccia rappresentata da al Qaeda e sulle forze di sicurezza in Iraq la fuga di notizie sensibili in Gran Bretagna si arricchisce di un nuovo capitolo: un agente segreto dell’MI6, l’agenzia di spionaggio all’estero di Sua Maestà, ha venduto sul noto sito d’aste eBay una macchina fotografica digitale di seconda mano in cui si trovavano memorizzati nomi, impronte digitali, scatti e altri dati segreti utilizzati nella caccia ai terroristi legati ad al-Qaida in Iraq.

Tra le informazioni, scrive il tabloid The Sun, nomi di membri di al Qaeda, impronte digitali, informazioni varie su sospettati, oltre a foto di armamenti e ai dettagli sulla rete informatica dell’Mi6. Nello specifico, riporta sempre The Sun, c'erano anche foto di missili, che si ritiene siano stati venduti dall’Iran ai seguaci di Osama Bin Laden, e dati riguardanti Abdul al-Hadi al Iraqi, il terrorista 46enne arrestato nel 2007 dalla Cia e detenuto nel carcere di massima sicurezza di Guantanamo.

La preziosa Nikon Coolpix è stata acquistata su eBay da un «innocente», scrive The Sun, fattorino di 28 anni che vive ancora con la madre, per appena 17 sterline. La scoperta del materiale top-secret è avvenuta un mese fa mentre il ragazzo stava scaricando le foto di un suo recente viaggio negli Stati Uniti. Sconvolto, ha portato il materiale alla polizia che ha subito sequestrato macchina fotografica e pc impedendo al ragazzo e alla madre di rivelare la notizia ai media per evitare l’ennesimo scandalo sulla fuga di notizie. Al momento, ha fatto sapere un poliziotto dell’Hertfordshire, gli agenti segreti stanno indagando sul caso.

L'episodio, però, è solo l’ultimo di una serie di imbarazzanti incidenti che hanno coinvolto di recente vari altri funzionari e agenti segreti britannici. L’anno scorso un impiegato del fisco perse i cd contenenti le coordinate bancarie e gli indirizzi di 25 milioni di persone, mentre a gennaio un dipendendente del ministero della Difesa smarrì un pc nel quale erano custoditi dati personali di 600mila reclute. Ad agosto un consulente del ministero dell’Interno perse file con i dettagli su tutti i detenuti nelle prigioni di Inghilterra e Galles
la stampa

Pubblicato il 30/9/2008 alle 23.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web