Blog: http://LiberaliPerIsraele.ilcannocchiale.it

“PERCHE’ I POLITICI SONO SEMPRE INCOERENTI?”

 

''Proprio per non far la fine de La Margherita, una cinquantina di dirigenti nazionali, regionali e provinciali de 'La Destra' si stanno dimettendo in queste ore da tutti gli incarichi di partito.”
Parole di Daniela Santanchè, che aggiunge:
''Anch'io, in accordo con loro,
mi dimetto da portavoce nazionale e ritiro la mia mozione che, come è noto, propone di aprire il partito a collaborazioni con il Pdl, proprio come abbiamo fatto a Trento, per le prossime elezioni, con Marco Zenati, uno dei firmatari della mia mozione. Sono infatti convinta, e con me lo sono sempre più iscritti ma soprattutto gli elettori - continua - che per non rimanere confinato in un'area di estremismo extraparlamentare e di vago nostalgismo, un partito di destra moderno non abbia altra alternativa che stringere alleanza e collaborare responsabilmente con la coalizione di centrodestra oggi al governo del Paese e delle grandi realtà locali con Roma in testa''.

Ma brava la Santanchè, anche lei ha voluto allungare la lista delle persone voltagabbana, indecise, incoerenti, opportuniste.
Evidentemente sentiva troppo la mancanza di uno scranno e non voleva finire la sua carriera politica ghettizzata, ovvero fuori dall’arco costituzionale.

Ma è certa di essersi comportata da persona retta, coerente dopo tutta la pubblicità che si è fatta quando ha voluto entrare nel partito di Storace e pareva una vera fascista di antica memoria con le sue parole, i suoi atteggiamenti?

Questa bella donna, non più giovane, ma sempre attiva ha un grande difetto: non si capisce bene dove voglia mirare. Amica dei musulmani, più esatto delle musulmane che difende a spada tratta, da loro ogni aiuto possibile per avere la libertà dai mariti gelosi e possessivi, cerca in tutti i modi di farsi notare per la sua bontà, per i sacrifici che fa per il prossimo.

Potrebbe farne a meno perché non creda di trovare chi le è riconoscente.

Ha lasciato La casa delle Libertà, ha litigato furiosamente con Fini, i complimenti non si sono sprecati da ambo le parti ed ora? Come il figliol prodigo è ritornata alla casa paterna e il vitello grasso è stato immolato.

Ma non si vergogna, signora Santanchè, del suo comportamento molto, molto anomalo? Come fa a cambiare idea in così poco tempo?

Nei miei articoli ho sempre preso le sue difese e solo, ora, mi accorgo che ho fatto la figura da bamba con chi mi aveva avvisato che la Santanchè non meritava tutti quei pregi che io le avevo dedicato.

Ora è nuovamente con i suoi ex amici-nemici ma, se non le daranno un posto di prestigio, sono certa che troverà un’altra via per raggiungere il successo da lei tanto agognato, al punto di tradire nuovamente chi aveva fiducia in lei.

Che non si fa per uno scranno e un titolo da onorevole…….

ERCOLINA MILANESI



Pubblicato il 30/9/2008 alle 13.45 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web