Blog: http://LiberaliPerIsraele.ilcannocchiale.it

Che nausea!

 



Che la Telecom Italia non sappia ancora dell'esistenza dello stato d'Israele (vedi qui)…pazienza.

Che Francesco Cossiga, in un'intervista ad Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera, parli di un accordo stipulato tra l'Italia ed i palestinesi, secondo cui potevano trasportare armi ed esplosivi, garantendo in cambio immunità dagli attacchi…pazienza.

Che Bassam Abu Sharif, ex terrorista, confermi da Gerico le dichiarazioni di Cossiga…pazienza.

Ma che quel bugiardo generale Graziano, comandante delle forze Unifil in Libano, mentisca impunemente sulla situazione nel sud del Libano dichiarando che Hizboullah rispetta la risoluzione 1701, mi fa uscire dai gangheri.

Le tre cose insieme mi spingono dolorosamente a pensare che l'Italia sia un paese terribilmente lecca deretani con molto poca onestà e dignità.

 ariela




Fortunatamente qualcuno ancora sensato esiste.

Lucio Malan (PDL), segretario di presidenza del Senato, ha dichiarato:

<<Domani presenterò un’interrogazione sulle sconcertanti parole del generale Graziano, comandante della missione Unifil in Libano. Il generale, riferisce il quotidiano israeliano Haaretz, ha lodato le milizie Hezbollah e accusato Israele di violare la risoluzione Onu 1701 e per questo l’ambasciatore del governo di Gerusalemme ha chiesto chiarimenti ufficiali. Credo che chiarimenti siano anche dovuti all’Italia, il cui parlamento non ha mai inteso che la missione in Libano avesse un carattere di sostegno unilaterale a una delle parti.>>

Roma, 17 agosto 2008

Pubblicato il 18/8/2008 alle 0.29 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web