Blog: http://LiberaliPerIsraele.ilcannocchiale.it

La guerra degli shtreimel

 

Grazie delle visite e dei commenti, mi scuso di non aver risposto.

Lo sapete che cos'è uno shtreimel? Lo shtreimel è il copricapo elegante per i giorni di festa dei chassidim. Ogni chassid appartiene alla corte di un grande rabbino, non chiedetemi quali siano le differenze tra una corte a l'altra perché non ne ho la minima idea, come non ho la minima idea di quante corti ci siano. Per chi non sapesse che cos'è un chassid, consiglio Google. E' importante sapere che il chassidismo è una corrente dell'ebraismo dell'Europa dell'est. Oggi, i chassidim vivono in società chiuse, per fare un esempio dirò che in Israele ci sono corti chassidiche in cui non si parla ebraico, si parla, si scrive e si legge soltanto in yddish. I chassidim sono pochi, strani, hanno immortalato e vivono in un mondo che da tempo non esiste più, diciamo l'Europa orientale del 1800 o forse meno. Vederli nei giorni festivi in agosto in Israele con lo shtreimel di pelliccia naturale è, per lo meno, bizzarro.

A Benei Berak, una delle periferie con comune autonomo vicino a Tel Aviv, c'è la corte chassidica di Viz'nyz, quando il capo spirituale dei chassidim di Viz'nyz, il rabbino Iehoshua Moshe Hegher, si è ammalato più di sei anni fa, è scoppiata una vera bufera tra i discepoli. Una parte volevano come capo spirituale il figlio maggiore di rabbi Hegher, Israel, l'altra parte volevano il figlio minore Menahem Mendel. Tra le due fazioni si è acceso un conflitto che fra tregue, accordi e liti, dura da sei anni. Il rabbino Israel è molto influente presso gli istituti ufficiali e nella sinagoga, il rabbino Menahem Mendel è molto influente nei quartieri, in piazza. Dopo una lunga tregua più o meno rispettata, da qualche giorno si è di nuovo scatenata l'ira di Dio quando gli israelisti (seguaci di rabbi Israel) hanno sbarrato l'entrata della sinagoga ai mendelisti (seguaci di rabbi Menahem Mendel). Il conflitto consiste nel "fregare" quanti più shtreimel di chassidim della fazione rivale. Uno shtreimel costa tra i 2000 mila e i 4000 mila dollari, ma non è il costo la cosa più importante, è l'umiliazione di esserti lasciato rubare lo shtreimel e di dover tornare a casa con la sola papalina sulla testa. Poi, tra un bel po' si faranno scambi, si restituiranno gli shtreimel, anche quelli completamente rovinati, e in cambio si otterranno privilegi vari come per esempio la priorità nell'uso di certi servizi sacri, la fila in cui ci si siede nella sinagoga, cose del genere. I chassidim quando s'incavolano, sono molto violenti, si pestano senza misericordia, la polizia cerca di intervenire ma raccoglie pochi successi.

Il post è un po' lunghetto per cui non vi racconterò di quel gruppo di signori - medici, ingegneri, avvocati, direttori di scuole, ecc. - che da 38 anni ogni venerdì pomeriggio giocano a calcio davanti ad una villetta acquistata 18 anni fa dalla signora Lewizky (no, non quella di Clinton). La signora Lewizky non si è mai lamentata delle urla dei giocatori e non ha mai chiesto che la smettessero di giocare, si è limitata a confiscare i palloni che volavano nel suo giardino. Adesso i prodi giocatori l'hanno denunciata per la confisca di ben cinquecento palloni da foot ball!

Cari amici, questi sono i veri conflitti che non ci lasciano dormire la notte, mica il conflitto con i palestinesi come pensate voi..


 

 ariela

Pubblicato il 11/7/2008 alle 11.36 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web