.
Annunci online

  LiberaliPerIsraele “la libertà dell’Occidente si difende sotto le mura di Gerusalemme”
 
Diario
 








  







Liberali per Israele 






     
  A Shuny 
                     

    
  




 Contatori visite gratuiti


22 novembre 2007

Sinistra occidentale e sinistra araba

  

cronologia.it Giovanni De Sio Cesari -
 
Nella generale ignoranza e disconoscimento dalla cultura, della mentalità, della realtà popolare del modo arabo gli Occidentali  ragionano con le  proprie categorie mentali come se il mondo arabo fosse “in toto” riconducibile a quello occidentale. Si disconosce cioè proprio la causa prima dei tragici avvenimenti del Medio Oriente  e del terrorismo, non ci si cura molto di sapere cosa effettivamente pensino le masse arabe. Pare che per la destra e per la sinistra in fondo nascere a Bagdad o a Cabul non comporta grandi differenze dal nascere a Londra o a Detroit.  Il mussulmano è solo un cristiano che prega in una moschea invece che in una chiesa , che legge il corano al posto del vangelo.: dettagli in fondo di non grande importanza. Ognuno può pregare come gli pare  e leggere quello che gli piace ! Non ci si rende conto di quello che ogni visitatore appena appena attento coglie subito: Parigi è come una  Milano in cui si parla francese ma Il Cairo o Teheran sono un altro mondo.
 
In realtà nessuno in Iraq si richiama a una coscienza nazionale irachena perchè esistono sciiti e sunniti e Caldei e Curdi, a loro volta divisi in innumerevoli clan e consorterie ma non gli “iracheni “ che sono solo una invenzione delle potenze coloniali europee.
 
Gli americani non sono tanto lo “straniero” come  i Tedeschi per Francesi nel 40, quanto i “cristiani”, in un mondo concettuale che divide tutta l’umanità in due categorie: mussulmani e infedeli.
 
Moqtaba Sadr non parla di “Resistenza” ma dichiara di voler guidare al martirio i suoi seguaci seguendo l’esempio di Ali  ucciso a Karbela nel 661 d. C.
 
Coloro che rapiscono  gli ostaggi non cercano giustificazioni nelle Convenzioni di Ginevra ma nell’esempio delle decapitazioni  avvenute a Badr per ordine di Maometto.
 
Gli sciiti fanno coincidere   democrazia  e  Shari’ah perchè se democrazia significa  governo del popolo allora il popolo è per la shari’ah , laicità e la libertà religiosa sembrano cose  incomprensibili. 
 
Nel passato gli occidentali non si resero conto che le correnti integraliste religiose erano nemici del mondo occidentale. Le aiutarono perchè impegnati nella lotta al comunismo e le considerarono loro  alleate. Si ricorda che bin Laden ricevette  aiuti economici da parte del Pakistan (quindi indirettamente dagli Americani ) fino a pochi giorni prima dell’attacco alle Twin Towers . In realtà i regimi laici che guardavano  verso Mosca erano pur sempre più vicini all’Occidente  perchè comunque il socialismo, la sinistra sono parte del mondo occidentale.
 
Analogamente sta avvenendo ora: la sinistra, nella sua opposizione alla politica americana, non si rende conto che in effetti i movimenti antiamericani nel mondo arabo sono movimenti profondamente  nemici di tutto quello che la sinistra indica come valori. L’integralismo arabo è molto più a destra di qualunque  destra europea: pur tuttavia riceve comprensione proprio dalla sinistra europea. Esiste anche una sinistra araba di orientamento socialista ma è praticamente disconosciuta dalla sinistra occidentale e  tende paradossalmente ad appoggiare gli Americani perchè comunque gli Americani sono sempre più vicini alla sinistra socialista dei movimenti islamici integralisti.
 
Quasi nessuna risonanza ha avuto in Occidente l’atteggiamento dei comunisti iracheni.  Il Partito Comunista Iracheno fa parte del governo provvisorio, ha affiancato anche il governatore americano approvandone praticamente tutti gli atti, compresi gli attacchi a Falluja.
 
L’altra fazione comunista, il Partito Operaio  Comunista ha rifiutato ogni collaborazione con gli Americani ma si oppone ancora con altrettanto  vigore “al fascismo islamico costituito dalle bande di fanatici religiosi   che vorrebbero tornare a una visione oscurantista, da incubo medioevale” commiste a  residui seguaci di Saddam.
 
In verità è circolato anche un appello alla Resistenza dei comunisti iracheni ma appare un evidente falso.
 
In conclusione ci pare che la sinistra occidentale rifaccia gli stessi  errori  che fece la destra americana: appoggiarono quei movimenti intrinsecamente violentemente anti occidentali che che una volta affermatasi poi  si sono rivolti contro l'America stessa. Se nel mondo arabo prevalessero, non dico al-Qaeda  ma  seguaci di Moqtaba Sadr  o di Komeini tutto il mondo si sposterebbe piu a destra, le conquiste civili care alla sinistra arretrerebbero  pericolosamente.
 
I comunisti iracheni lo hanno ben compreso, la sinistra occidentale molto meno.



28 giugno 2007

Sinistra occidentale e sinistra araba

   

 
 Nella generale ignoranza e disconoscimento dalla cultura, della mentalità, della realtà popolare del modo arabo gli Occidentali  ragionano con le  proprie categorie mentali come se il mondo arabo fosse “in toto” riconducibile a quello occidentale. Si disconosce cioè proprio la causa prima dei tragici avvenimenti del Medio Oriente  e del terrorismo, non ci si cura molto di sapere cosa effettivamente pensino le masse arabe. Pare che per la destra e per la sinistra in fondo nascere a Bagdad o a Cabul non comporta grandi differenze dal nascere a Londra o a Detroit.  Il mussulmano è solo un cristiano che prega in una moschea invece che in una chiesa , che legge il corano al posto del vangelo.: dettagli in fondo di non grande importanza. Ognuno può pregare come gli pare  e leggere quello che gli piace ! Non ci si rende conto di quello che ogni visitatore appena appena attento coglie subito: Parigi è come una  Milano in cui si parla francese ma Il Cairo o Teheran sono un altro mondo.
 
In realtà nessuno in Iraq si richiama a una coscienza nazionale irachena perchè esistono sciiti e sunniti e Caldei e Curdi, a loro volta divisi in innumerevoli clan e consorterie ma non gli “iracheni “ che sono solo una invenzione delle potenze coloniali europee.
 
Gli americani non sono tanto lo “straniero” come  i Tedeschi per Francesi nel 40, quanto i “cristiani”, in un mondo concettuale che divide tutta l’umanità in due categorie: mussulmani e infedeli.
 
Moqtaba Sadr non parla di “Resistenza” ma dichiara di voler guidare al martirio i suoi seguaci seguendo l’esempio di Ali  ucciso a Karbela nel 661 d. C.
 
Coloro che rapiscono  gli ostaggi non cercano giustificazioni nelle Convenzioni di Ginevra ma nell’esempio delle decapitazioni  avvenute a Badr per ordine di Maometto.
 
Gli sciiti fanno coincidere   democrazia  e  Shari’ah perchè se democrazia significa  governo del popolo allora il popolo è per la shari’ah , laicità e la libertà religiosa sembrano cose  incomprensibili. 
 
Nel passato gli occidentali non si resero conto che le correnti integraliste religiose erano nemici del mondo occidentale. Le aiutarono perchè impegnati nella lotta al comunismo e le considerarono loro  alleate. Si ricorda che bin Laden ricevette  aiuti economici da parte del Pakistan (quindi indirettamente dagli Americani ) fino a pochi giorni prima dell’attacco alle Twin Towers . In realtà i regimi laici che guardavano  verso Mosca erano pur sempre più vicini all’Occidente  perchè comunque il socialismo, la sinistra sono parte del mondo occidentale.
 
Analogamente sta avvenendo ora: la sinistra, nella sua opposizione alla politica americana, non si rende conto che in effetti i movimenti antiamericani nel mondo arabo sono movimenti profondamente  nemici di tutto quello che la sinistra indica come valori. L’integralismo arabo è molto più a destra di qualunque  destra europea: pur tuttavia riceve comprensione proprio dalla sinistra europea. Esiste anche una sinistra araba di orientamento socialista ma è praticamente disconosciuta dalla sinistra occidentale e  tende paradossalmente ad appoggiare gli Americani perchè comunque gli Americani sono sempre più vicini alla sinistra socialista dei movimenti islamici integralisti.
 
Quasi nessuna risonanza ha avuto in Occidente l’atteggiamento dei comunisti iracheni.  Il Partito Comunista Iracheno fa parte del governo provvisorio, ha affiancato anche il governatore americano approvandone praticamente tutti gli atti, compresi gli attacchi a Falluja.
 
L’altra fazione comunista, il Partito Operaio  Comunista ha rifiutato ogni collaborazione con gli Americani ma si oppone ancora con altrettanto  vigore “al fascismo islamico costituito dalle bande di fanatici religiosi   che vorrebbero tornare a una visione oscurantista, da incubo medioevale” commiste a  residui seguaci di Saddam.
 
In verità è circolato anche un appello alla Resistenza dei comunisti iracheni ma appare un evidente falso.
 
In conclusione ci pare che la sinistra occidentale rifaccia gli stessi  errori  che fece la destra americana: appoggiarono quei movimenti intrinsecamente violentemente anti occidentali che che una volta affermatasi poi  si sono rivolti contro l'America stessa. Se nel mondo arabo prevalessero, non dico al-Qaeda  ma  seguaci di Moqtaba Sadr  o di Komeini tutto il mondo si sposterebbe piu a destra, le conquiste civili care alla sinistra arretrerebbero  pericolosamente.
 
I comunisti iracheni lo hanno ben compreso, la sinistra occidentale molto meno. 

cronologia.it Giovanni De Sio Cesari -


sfoglia     ottobre        dicembre
 

 rubriche

Diario
La cucina ebraica
Filmati e humour
Documenti
Israele
Archivio
Ebraismo
Viale dei giusti e degli eroi
Made in Israel
Il meglio in libreria
Kibbutz

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Komunistelli
il reazionario
animaliediritti
Facebook
yahoo gruppi
informazione
israele
ucei
hurricane
CERCO CASA
Esperimento
Antikom
societapertalivorno
iljester
lehaim
milleeunadonna
lideale
bendetto
focusonisrael
asianews
viva israele
giuliafresca
stefanorissetto
ilberrettoasonagli
pensieroliberale
jewishnewssite
ControCorrente
Fort
Centro Pannunzio
bosco100acri
essere liberi
Fiamma
Maralai
Nomi in Ebraico
Barbara
Raccoon
Salon-Voltaire
Frine
Serafico
Enzo Cumpostu
Israele-Dossier.info
Dilwica
300705
Deborah Fait
Nuvole di parole
calendario laico
gabbianourlante
imitidicthulhu
Fosca
Geppy Nitto
Topgonzo

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom