.
Annunci online

  LiberaliPerIsraele “la libertà dell’Occidente si difende sotto le mura di Gerusalemme”
 
Diario
 








  







Liberali per Israele 






     
  A Shuny 
                     

    
  




 Contatori visite gratuiti


4 gennaio 2008

"Europa prigioniera": la denuncia di Bat Te' Or

"Anticristiana, antioccidentale, antiamericana e antisemita. E' l'Europa che si è inchinata alla civiltà islamica. L'Europa che, ormai da più di trent'anni, ha voltato le spalle alle proprie radici ed abdicato all'asse euroarabo". Il j'accuse di Bat Ye'Or, che ha ispirato la rabbia e l'orgoglio di Oriana Fallaci




BAT YE' OR

"Eurabia" Edizioni Lindau pagine 416, prezzo 24 euro

Anticristiana, antioccidentale, antiamericana e antisemita. E' l'Europa che si è inchinata alla civiltà islamica. L'Europa che, ormai da più di trent'anni, ha voltato le spalle alle proprie radici ed abdicato all'asse euroarabo. Da allora, da quando cioè l'Europa ha "pianificato" con i paesi della Lega Araba la fusione delle due sponde del Mediterraneo è nato un nuovo, mostruoso agglomerato: l'Eurabia.

Il j'accuse all'Eurabia lo ha lanciato Bat Ye'or, intellettuale nata in Egitto da famiglia ebrea, vissuta in Inghilterra e residente in Svizzera, in un libro edito dalla Lindau. E' stato questo libro ad ispirare Oriana Fallaci che fece propria questa espressione nel lanciare i suoi strali contro l'integralismo islamico dilagante. Ma mentre la Fallaci intingeva il pennino nell'inchiostro della passione, Bat Ye'or enumera con precisione certosina saggi e documenti storici per dare fondamento alle sue accuse.

Così si parte dalla crisi petrolifera del 1973, foriera di un progetto tutto francese per costruire un asse geopolitico e ideologico alternativo a quello americano e atlantico, per arrivare allo "sdoganamento del terrorismo islamico e di Arafat" fino "ai recenti occultamenti della verità seguiti all'attentato dell'11 settembre".

Nelle 400 pagine del testo si percorre dunque la parabola che, oggi, secondo l'autrice, ha portato l'Europa ad un totale declino, al tradimento delle proprie radici ebraico-crisitane. Un'Europa pronta, come sosteneva anche la Fallaci, a diventare islamica. Bat Ye'or collega le persecuzioni dei cristiani nei paesi musulmani alle tiepide reazioni della politica europea quando sono in ballo principi religiosi o etici. E lancia un appello: forse è giunto, per gli europei, il momento di riappropiarsi della loro autentica eredità spirituale, di quei "sacri valori di umanità che l'Europa, anche nei momenti più bui della sua storia, ha sempre cercato di preservare". Prima che sia troppo tardi.

Lavinia T.Manfredi


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Eurabia islamizzazione Bat Ye' Or

permalink | inviato da Hurricane_53 il 4/1/2008 alle 14:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 gennaio 2008

"The Rape of Europe" (And it is coming to America folks!)

 

The German author Henryk M. Broder recently told the Dutch Newspaper "DeVolkskrant" that young Europeans who love Freedom, better emigrate.
Europe as we know it will not exist twenty years from now. While sitting on a terrace in Berlin , Broder pointed to the other customers and the passers-by
and said, "We are watching the world of yesterday." Europe is turning Muslim.. As Broder is sixty years old he is not going to emigrate."I am too old," he said.

However, he urged young people to get out and "move to Australia or New Zealand. That is The only option they have if they want to avoid the plagues that will turn the old continent uninhabitable."

Many Germans and Dutch, apparently, did not wait for Broder's advice. The number of emigrants leaving the Netherlands and Germany has already surpassed the number of immigrants moving in. One does not have To be prophetic to predict, like Henryk Broder, that Europe is becoming Islamic. Just consider the demographics.

- The number of Muslims in contemporary Europe is estimated to be 50 million.
- It is expected to double in twenty years. By 2025, one third of all European children will be born to Muslim families.
- Today Mohammed is already the most popular name for newborn boys in Brussels , Amsterdam, Rotterdam , and other major European cities.

Broder is convinced that the Europeans are not willing to oppose Islamization. "The dominant ethos," he told De Volkskrant, "is perfectly voiced by the stupid blonde woman author with whom I recently debated. She said that it is sometimes better to let yourself be raped than to risk serious injuries while resisting. She said it is sometimes better to avoid fighting than run the risk of death."

In a recent Op-Ed piece in the Brussels newspaper De Standaard the Dutch (gay and self-declared "humanist") author Oscar Van Den Boogaard refers to Broder's interview. Van den Boogaard says that to him coping with the islamization of Europe is like "a process of mourning." He is overwhelmed by a "feeling of sadness." "I am not a Warrior," he says, "but who is? I have never learned to fight for my freedom. I was only good at enjoying it."

Consider that in all of Europe no one under the age of 65 has picked up arms in defense of their country. That task has been borne by the United States since Hitler surrendered in 1945. As Tom Bethell wrote in this month's American Spectator: "Just at the most basic level of demography the secular-humanist option is not working." But there is more to it than the fact that non-religious people tend not to have as many children as religious people, because many of them prefer to "enjoy" freedom rather than renounce it for the sake of children. Secularists, it seems to me, are also less keen on fighting. Since they do not believe in an afterlife, this life is the only thing they have to lose. Hence they will rather accept submission than fight. Like the German feminist Broder referred to, they prefer to be raped than to resist. "If faith collapses, civilization goes with it," says Bethell. That is the real cause of the closing of civilization in Europe.

Islamization is simply the consequence. The very word Islam means "submission" and the secularists have submitted already. Many Europeans have already become Muslims, though they do not realize it or do not want to admit it. Some of the people I meet in the U. S. are particularly worried about the rise of anti-Semitism in Europe. They are correct when they fear that anti-Semitism is also on the rise among non-immigrant Europeans. The latter hate people with a fighting spirit. Contemporary Anti-Semitism in Europe (at least when coming from native Europeans) is related to anti-Americanism.

People who are not prepared to resist and are eager to submit, hate others who do not want to submit and are prepared to fight. They hate them because they are afraid that the latter will endanger their lives as well. In their view everyone must submit. This is why they have come to hate Israel and America so much, and the small band of European "Islamophobes" who dare to talk about what they see happening around them. West Europeans have to choose between submission (Islam) or death. I fear, like Broder, that they have chosen submission - just like in former days when they preferred to be Red rather than Dead.

Europeans apparently never read John Stuart Mill: "War is an ugly thing, but not the ugliest of things; the decayed and degraded state of moral and patriotic feeling which thinks nothing is worth a war, is worse."

"A man who has nothing which he cares more about than he does about his personal safety is a miserable creature who has no chance at being free, unless made and kept so by the exertions of better men than himself."

Paul Belien


29 agosto 2007

Moderato, ma è islam

 

Dove sono i filo-turchi? Dove sono quei politici, di destra e di sinistra, che ti raccontavano come la Turchia e i suoi 71 milioni di musulmani si avviavano ormai a un europeismo provetto? Dove sono quei mercatisti, interessati solo a 71 milioni di nuovi consumatori, che dipingevano la Turchia come un baluardo contro l'Islam? Il filo-islamico Abdullah Gul, oggi pomeriggio, diventerà l'undicesimo presidente della repubblica turca; l'Akp, il partito islamico di Erdogan, ha ormai preso piccoli Comuni e città e parlamento e governo e ora il presidente.

Tutto molto democratico; sta di fatto che l'opposizione non esiste praticamente più e che il giro di vite contro la stampa è stato annunciato pubblicamente. Tiene ancora banco il caso del governatore di Mugla,che ha perso il posto perché il suo cuoco aveva cucinato un risotto con del vino bianco, mentre il 75 per cento dei turchi vuole che la moglie del premier indossi il velo (già lo indossa) e mentre i simpatizzanti per l'Iran di Alimadinejad sono passati dal 34 al 43 per cento, con il 44 per cento che simpatizza con Hezbollah. Torture, discriminazioni, delitti d'onore, matrimoni forzati, divieto di sciopero, negata libertà religiosa e di espressione: tutto è solo peggiorato. Dove sono i filo-turchi?

Filippo Facci


3 agosto 2007

STOP ALL’ISLAMIZZAZIONE DELL’’EUROPA

 

L'islam nel mondo Informazioni sulla manifestazione dell’11 settembre  
In base alle vostre richieste e al fatto che l’adesione alla manifestazione in programma per l’11 settembre, sta ottenendo un ottimo seguito, stiamo valutando la possibilità di organizzare il viaggio attraverso un noleggio pullman attrezzato di servizi, che ci permetterebbe un vantaggio generale.  

-Il pullman potrebbe partire dal centro Italia – Firenze – Bologna – Milano per poi dirigersi a Bruxelles, ove potrà sostare in spazi attrezzati.-

In questo modo avremmo l’occasione di stare insieme e mettere a frutto le nostre conoscenze, condividendole; ma per decidere in questo senso, necessitiamo di alcune informazioni e precisazioni delle quali siamo ancora in attesa di conferma.

Domani i delegati svizzeri, danesi e tedeschi si recheranno al Parlamento Europeo, per capire se resterà chiuso per ferie fino alla fine di settembre o se esiste la possibilità di incontrare alcuni rappresentanti parlamentari, che ricevano le delegazioni dei vari stati che partecipano, come la nostra o la manifestazione potrebbe rivelarsi inutile.

Appena conosceremo tutti i particolari ve li comunicheremo, e in questo modo voi stessi avrete migliore possibilità di prendere una decisione.  A nostro parere è il momento di avere il coraggio di scendere in campo poiché potremmo correre il rischio di perdere un importante appuntamento con la storia.

Noi aderiamo alla manifestazione in qualità di O.D.D.I.I. Osservatorio del Diritto Italiano ed Internazionale http://www.oddii.eu e la nostra mail è presidenza@oddii.eu
Ma vi aderiamo anche come Lisistrata - Magazine on Line  per sostenere una campagna mediatica di divulgazione e conoscenza di tutto il movimento europeo.
PER PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE Potete scriverci in redazione a questo indirizzo mail:  lisistrata2@Virgilio.it o telefonando allo 039 – 335/60.20.378
  
Adriana Bolchini Gaigher



STOP ALL’ISLAMIZZAZIONE DELL’EUROPA
“STOP ALL'ISLAMZZAZIONE DELL'EUROPA" DIMOSTRAZIONE L'11 SETTEMBRE DAVANTI AL PARLAMENTO EUROPEO A BRUXELLES ORGANIZZATA DA SIOE PER DIRE BASTA



Il gruppo popolare svizzero "contro la costruzione dei minaretI" ed il gruppo FOMI Norvegia CHE SOSTIENE “Stop all’islamizzazione della Norvegia” si uniscono per coordinare la dimostrazione di Bruxelles, per sostenere la "dichiarazione universale dei diritti dell'uomo" (UDHR) delle Nazioni Unite e della costituzione norvegese in quanto è stato preso in considerazione il fatto che l’Islam ha un progetto politico superato dalla storia, per la divisione delle comunità, codificata in categorie.
  
Nell’islam è previsto che gli uomini musulmani siano coloro ai quali sono riservati i più ampi diritti, mentre le donne musulmane, ne hanno di meno. Seguono dietro loro i credenti uomini e  donne cristiane ed ebree con diritti minori. Ed infine, in fondo alla scala dei valori della società vengono posizionate altre religioni, gli atei e gli schiavi dei musulmani ai quali è negato ogni diritto.
 
Questa classificazione delle comunità è inaccettabile ed è necessario combatterla, anche perché l’islam, come religione, viene usata per introdurre un progetto politico imperialistico islamista, proprio come l’ha utilizzato il profeta Maometto, quando ha conquistato la penisola araba fra il 622 e il 632, uccidendo migliaia di persone innocenti.

E’ necessario ricordare che 45 paesi islamici non hanno firmato la "dichiarazione universale dei diritti dell'uomo" (UDHR)  ma hanno adottato la loro personale  "dichiarazione diritti dell'uomo in base alla legge della Sharia islamica firmata a Il Cairo”” che afferma che (CDHRI) è superiore a UDHR.

Non rinunceremo mai alla nostra libertà!
Non rinunceremo mai ai nostri principii!
Non rinunceremo mai alla nostra condanna della politica islamica!
 

Contatto:  
(per gli organizzatori vedere più sotto)  
FOMI Norvegia  stopislamisering@hotmail.com   Questo è un indirizzo mail provvisorio, mentre si sta approntando un nuovo sito web.  
Dott. Ulrich Schlüer (membro e spokesperson della Svizzera SVP  "contro la costruzione dei minarets")

Nei secoli gli europei hanno combattuto per i loro diritti e hanno vinto la lotta politica per le libertà, che sono fondamentali nelle Costituzioni dei paesi europei.  I diritti e la libertà sono una parte fondamentale e inalterabile ini ogni democrazia occidentale. Inoltre in Europa gli islamisti stanno aumentando i loro sforzi per stabilizzare le cosiddette “società parallele” ove la legge islamica sostituirà quella che i Paesi occidentali hanno regolamentato affinché si rispettino le libertà.  

In Svizzera - l'unico paese in Europa - esiste una possibilità affinché la popolazione concorra a formare la Costituzione con una iniziativa chiamata “iniziativa della popolazione”.

Un comitato ora ha introdotto l'iniziativa "della popolazione", per chiedere che venga proibita la costruzione di nuovi minareti. Se 100.000 elettori firmanno questa iniziativa entro 18 mesi, la
popolazione svizzera otterrà un voto per proibire i minareti.

La raccolta delle firme è iniziata il primo maggio 2007 e il partito popolare svizzero  (SVP), che è il più grande partito in Svizzera, ha deciso formalmente di sostenere l'iniziativa.

Un minareto in sé non è un simbolo religioso, ma è il simbolo delle pretese politiche di cui si servirà la legge islamica in Europa.  La legge islamica nega  l’inviolabilità della persona, nega l’uguaglianza fra ragazzi e ragazze nella formazione culturale. La legge islamica rimuoverà
l'uguaglianza di base prima della legge. La legge islamica distingue fra puro ed impuro - fra privilegiato e sottomesso. Ciò è contrasta fondamentalmente i diritti costituzionali democratici, su cui tutta Europa basa le proprie leggi.  Poiché il compromesso fra legge islamica e leggi occidentali è impossibile, l'iniziativa della popolazione svizzera pretende che tutti coloro che rappresentano autorità o esercitino autorità nel Paese, riconoscano i diritti fondamentali delle libertà.

L'iniziativa popolare svizzera è un segnale indirizzato a tutti affinché vengano rispettati i diritti occidentali anche per le generazioni che verranno, per le quali desidera che resti in vigore l’uguaglianza, la democrazia e la libertà.  
Dott. Ulrich Schlüer
(membro e spokesperson della Svizzera SVP  "contro la costruzione dei minarets")
FOMI Norvegia  stopislamisering@hotmail.com   Questo è un indirizzo mail provvisorio, mentre si sta approntando un nuovo sito web.  
 
VEDI GLI ARTICOLI PRECEDENTi: http://www.lisistrata.com/cgi-bin/tgfhydrdeswqenhgty/index.cgi?action=viewnews&id=1875
http://www.lisistrata.com/cgi-bin/tgfhydrdeswqenhgty/index.cgi?action=viewnews&id=1825

N.d.r. ci scusiamo per la traduzione semplificata, fatta dalla nostra redazione che non conosce bene l’inglese.



STOP ISLAMISATION OF EUROPE (SIOE) DEMONSTRATION 11th SEPTEMBER OUTSIDE THE
EU PARLIAMENT SIOE says RACISM IS THE LOWEST FORM OF STUPIDITY ISLAMANNULMENT IS THE HEIGHT OF COMMON SENSE
 

The Swiss Group "Against the building of minarets" and the Stop Islamisation group FOMI Norway join the coordination of the Brussels demonstration

FOMI Norge (Forum against the Islamisation of Norway)

We support the "Universal Declaration of Human Rights" (UDHR) of the United Nations and the Norwegian Constitution.
We consider Islam as an ancient political programme for dividing the community into classes. The supreme class is the Muslim men with wide-ranging rights, then follows Muslim women with lower rights, then Jewish and Christian men, Jewish and Christian women with minor rights.

At the bottom of the society are believers of other religions, atheists and the slaves of the Muslims with no rights at all.

We will fight against such a classification of the community.

We consider the religious part of Islam as a tool for introducing Islamic imperialistic politics just like the prophet Mohammad utilized it when he as a warlord conquered the Arab peninsula in 622-632 and killed thousands of innocent people.

We remind people that 45 Muslim states have not signed upon UDHR, but have adopted their own "Cairo Declaration of Human Rights in Islam" (CDHRI) confirming Islam's Sharia law to be superior to UDHR.

We will never give up our freedom!  We will never give up our principles! We will never give up our condemnation of Islamic politics!

Contact: (for organisers see bottom)

FOMI Norway stopislamisering@hotmail.com
This is just a temporary email address while a new website is being constructed.

Dr. Ulrich Schlüer (Switzerland SVP member and spokesperson for "Against the building of minarets")

The peoples of all countries in Europe have throughout hundreds of years of >political struggle won fundamental rights of freedom, which are central in the constitutions of all countries in Europe.  The rights of freedom are an unalterable part of every western democracy.

Also in Europe Islamists are increasing their efforts to establish so-called "parallel societies", where Islamic law shall rule, in contrary to the unalterable western right of freedom.

In Switzerland - as the only country in Europe - there exists a possibility for the people to form the constitution in what is called a "people's initiative". A committee has now introduced a "people's initiative", which demands a prohibition against minarets. If 100.000 electors sign this initiative within 18 months, the Swiss people will have a vote on a minaret prohibition. The collection of signatures has taken place since May the first 2007. The Swiss Peoples Party (SVP), which is the largest party in Switzerland, has already formally decided to support the initiative.

A minaret does not in it self have a religious content, but it is the symbol of the political demands for power, which will help the breakthrough of Islamic law in Europe.

Islamic law denies personal inviolability. It denies equality between boys and girls in education. Islamic law will remove the basic equality before the law. Islamic law distinguishes between pure and impure - between privileged and outcasts. This is in fundamental contrast to democratically based constitutional rights in all of Europe.

Because compromise between Islamic and western law is impossible the Swiss people's initiative demands full recognition of the fundamental rights of freedom from all who have settled and from all who exercise authority in the country. The Swiss people's initiative is a signal to everybody to maintain the western rights of freedom for the generations to come.

Long live equality before the law.
Long live democracy.
Long live liberty (freedom).



Contact:  
Dr. Ulrich Schlüer - Initiativekomitee Gegen den Bau von Minaretten
Postfach 23 8416 Flaach ZH - Tel. +41 52 301 3100
info@schluer.ch       schluer@schluer.ch    
http://www.schluer.ch     http://www.minarette.ch
 

Organisers:  

Anders Gravers SIAD and SIOE  Denmark
Denmark - Tel 0045/9677.1784 - 0045/6191 /.6026
sioe@siad.dk

Dr. Udo Ulfkotte Pax Europa e.V.
Germany - Phone 0049 173 329 1840 - Fax  0049-721/15151.2200 udo@ulfkotte.de    

Stephen Gash - SIOE England - Tel 0044/1228.547.317
sioe.nsh@btinternet.com

http://sioe.wordpress.com – Inghilterra. (New website under construction)
http://siad.wordpress.com - Danimarca
http://siad.dk  - Danimarca – (15,500 hits per day average)
http://akte-islam.de/1.html  - Germania
 

http://www.lisistrata.com/cgi-bin/tgfhydrdeswqenhgty/index.cgi?action=viewnews&id=1890


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. STOP ISLAMIZZAZIONE EUROPA

permalink | inviato da LiberaliPerIsraele il 3/8/2007 alle 17:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

sfoglia     dicembre        febbraio
 

 rubriche

Diario
La cucina ebraica
Filmati e humour
Documenti
Israele
Archivio
Ebraismo
Viale dei giusti e degli eroi
Made in Israel
Il meglio in libreria
Kibbutz

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Komunistelli
il reazionario
animaliediritti
Facebook
yahoo gruppi
informazione
israele
ucei
hurricane
CERCO CASA
Esperimento
Antikom
societapertalivorno
iljester
lehaim
milleeunadonna
lideale
bendetto
focusonisrael
asianews
viva israele
giuliafresca
stefanorissetto
ilberrettoasonagli
pensieroliberale
jewishnewssite
ControCorrente
Fort
Centro Pannunzio
bosco100acri
essere liberi
Fiamma
Maralai
Nomi in Ebraico
Barbara
Raccoon
Salon-Voltaire
Frine
Serafico
Enzo Cumpostu
Israele-Dossier.info
Dilwica
300705
Deborah Fait
Nuvole di parole
calendario laico
gabbianourlante
imitidicthulhu
Fosca
Geppy Nitto
Topgonzo

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom